Donna e bambino contro le morti premature nella società di oggi

17 settembre 2012
Per mortalità prematura si intende la mortalità tra i 30 e i 70 anni per malattie cardiovascolari, tumori, diabete mellito, malattie croniche respiratorie le quali insieme vengono definite anche malattie croniche non diffusibili-NCD. Nel 2008 il 63% dei 57 milioni di decessi globali nel mondo, pari a 36 milioni di decessi, è imputabile alle NCDs e molte di queste sono prevenibili; 29 milioni (80%) di questi decessi si sono verificati nei paesi in via di sviluppo). La causa principale di decesso nell’ambito delle NCDs è la malattia cardiovascolare (oltre 17 milioni di decessi, 48% di tutte le NCDs, poi vi sono i tumori (7.6 milioni, 13% di tutte le NCDs), poi le malattie croniche respiratorie (4.2 milioni), infine il diabete mellito (1.3 milioni). Molte delle malattie cardiovascolari - MCV come infarto e ictus, sono morti premature. Si stima che i 17.3 milioni di morti per le MCV del 2011, nel 2030 possano raggiungere i 23 milioni di morti all’anno.  [continua]

Realizzato grazie a un educational grant di

Fondazione Lorenzini