news

Colesterolo LDL: luci e ombre

17 ottobre 2014

Lancet 2014; 384: 607-17

Livelli elevati di colesterolo LDL (c-LDL) comportano un aumentato rischio di sviluppare eventi cardiovascolari (Lancet 2007; 370: 1829-39). I pazienti affetti da ipercolesterolemia familiare eterozigote manifestano segni e sintomi di malattie cardiovascolari tra i 30 e i 40 anni; i pazienti affetti da ipercolesterolemia familiare omozigote possono sviluppare infarto del miocardio e ictus anche prima dei 20 anni (J Lipid Res 2009; 50 (Suppl): S172-77).

 [continua]

Colesterolo HDL e malattie cardiovascolari

16 ottobre 2014

Lancet 2014; 384: 618-625

Il livello plasmatico di colesterolo HDL (c-HDL) è inversamente associato al rischio di sviluppare malattie coronariche e svolge un ruolo fondamentale per predire il rischio cardiovascolare (J Clin Lipidol 2013; 7: 484-525; Circulation 2014; 129 (Suppl 2): S49-73).

 [continua]

Trigliceridi e malattie cardiovascolari

14 ottobre 2014

Lancet 2014; 384: 626-635

I trigliceridi, ormai da 25 anni, sono considerati fattore di rischio per malattie cardiovascolari (Arteriosclerosis 1984; 4: 443-68; Eur Heart J 1987; 8: 77-88; Eur Heart J 1988; 9: 571-600; J Cardiovasc Risk 1996; 3: 213-19). Un valore elevato di trigliceridi è associato...

 [continua]

Il sovrappeso e l'obesità sono un fenomeno in crescita

15 settembre 2014

La netta crescita delle prevalenze di sovrappeso e obesità in molte nazioni (Popul Health Metr 2012; 10:22; Lancet 2011; 377: 557-67; Am J Clin Nutr 2010; 92: 1257-64; Epidemiol Rev 2007; 29: 6-28; Obes Rev 2005; 6: 11-12) è descritta come una pandemia (Obes Res 2004; 12 (Suppl 2): 88s-101s; Nutr Rev 2012; 70: 3-21; Lancet 2011; 378: 804-14). Nel 2010, in tutto il mondo, è stato stimato che sovrappeso e obesità sono stati la causa di 3.4 milioni di decessi, del 4% di anni di vita persi e del 4% di anni di vita con disabilità (disability-adjusted life-years - DALYs) (Lancet 2011; 378: 838-47).

 [continua]

Esiste una correlazione tra BMI e tumore?

15 settembre 2014

In letteratura vi sono diversi lavori che hanno evidenziato una correlazione tra l'Indice di Massa Corporea (Body Mass Index - BMI) e il riscontro di neoplasie (NEJM 2003; 348: 1625-38). Uno studio norvegese ha evidenziato una correlazione tra BMI e tumore della tiroide (Br J Cancer 2006; 95: 366-70) e tra BMI e tumore dell'ovaio (J Natl Cancer Inst 2003; 95: 1244-48). Lo studio UK Million Women Study ha mostrato un'associazione tra BMI e diversi tumori (BMJ 2007; 335: 1134). In una meta-analisi è stata dimostrata una correlazione tra BMI e il tumore dell'esofago, della tiroide, del colon, dei reni, dell'endometrio...

 [continua]

Dieta Mediterranea e Adiponectina

30 luglio 2014
Il fatto che una maggior aderenza alla Dieta Mediterranea sia associata ad una riduzione del rischio di mortalità' da tutte le cause e cardiovascolare sarebbe legato alla capacità della dieta stessa di ridurre l'infiammazione e migliorare la funzione endoteliale…  [continua]

aggiornamenti

Dal sovrappeso alla dislipidemia 

Il ruolo centrale dell’adiposità addominale (riconosciuto dalla nuova classificazione di “sindrome metabolica” proposta dall’International Diabetes Federation, IDF) è giustificato dall’eccessivo afflusso di acidi grassi liberi…  [continua]

Red Alert for Women's Heart 

Recentemente European Heart Network (EHN – www.ehnheart.org) ha inviato ai propri affiliati tre raccomandazioni…  [continua]

Circonferenza della coscia. Un nuovo marker delle MCV? 

Diversi studi hanno dimostrato il legame tra elevato body mass index (BMI) e mortalità e basso valore…  [continua]

La malattia aterosclerotica e i fattori di rischio in Turchia 

La malattia aterosclerotica è la prima causa di mortalità e di morbilità in Europa e nella maggior parte del mondo…  [continua]

Le statine in prevenzione primaria: Una metanalisi 

Le patologie cardiovascolari sono la principale causa di morte e di disabiltà nel mondo occidentale e rappresentano il peso principale sul budget dei…  [continua]

Le donne con ictus ischemico: qualità di cura 

L’incidenza di ictus nella donna sta crescendo e ormai è divenuto un problema…  [continua]
Iscriviti subito per ricevere la nostra newsletter.
Inserisci il tuo indirizzo email: 

Realizzato grazie a un educational grant di

Fondazione Lorenzini